14-15 Febbraio 2012


Temperature del 14-02-12


Temperature del 15-02-12


Due giornate dai connotati siberiani. Paesaggi di fredda galaverna che rimandano la mente ad immagini di inverni dimenticati.
Dopo giorni di nevicate, di freddo e di vento, finalmente il cielo si apre. Il forte irraggiamento unito all'abbondante innevamento al suolo determina il raggiungimento di temperature molto basse. Gli altopiani abruzzesi diventano delle vere e proprie ghiacciaie, con valori minimi tra i -20 ed i -30°c. Inversione termica strutturata e freddo in quota determinano temperature bassissime anche in pieno giorno. In modo particolare l'altopiano del Fucino e tutte le valli marsicane manifestano termiche medie prossime a quelle dell'alta montagna. In queste zone, come documentato dalle foto scattate nel Fucino, si verifica addirittura un fenomeno tipico delle zone polari. In presenza di basse temperature, inferiori ai -20°c, ed in presenza di forte umidità, la stessa sublima direttamente in fiocchi di neve. Determinando una vera e propria nevicata ma con cielo sereno.
Temperature bassissime attanagliano tutta la regione, spicca su tutti il valore di -28,6°c di Tagliacozzo del giorno 15. Lo stesso giorno il capoluogo marsicano si sveglia con una temperatura di -24°c. Nella vicina Valle del Salto si scende fino a -25,5°c. Anche nell'aquilano, relativamente mitigato da una copertura nuvolosa fino al giorno 13, il cielo si apre e le temperature scendono di parecchio con L'Aquila che sfiora i -20°c e con Navelli che tocca i -25,1°c. Valori termici che bissano i record negativi del giorno precedente.
Salendo di quota e tuffandosi nei gelidi altopiani carsici troviamo per due giorni temperature glaciali. Andiamo dai -32°c di Campo Felice, passando per i -35,8°c di Marsia, per arrivare al record appenninico di -37,4°c dei Piani di Pezza.
Nel primissimo pomeriggio del 15 inizia ad entrare dell'aria artica da ovest. Il cielo torna ad essere nuvoloso. Le precipitazioni però si limitano all'area marsicana dove i fiocchi di neve scendono con una temperatura in valle di -8°c. Il resto della provincia rimane sotto ricaduta adiabatica con temperature che schizzano sopra lo zero. Vedasi le massime di L'Aquila, Navelli e Pizzoli.



Grafici termici del 15 febbraio 2012 dei datalogger targati "L'Aquila Caput frigoris"

Piani di Pezza. Ore 6:24 record assoluto di -37,4°c


Marsia di Tagliacozzo. Ore 7:00 record assoluto di -35,8°c





Altopiano del Fucino. Mattinata del 14 febbraio, sfiorati i -30°c.


Altopiano del Fucino. Forte galaverna sui pioppi


Altopiano del Fucino. Fenomeno della neve per sublimazione

Altopiano del Fucino



Avezzano, centro commerciale I Marsi. Sera del 14 febbraio.
E' evidente l'abbondante innevamento al suolo che ha contribuito al fortissimo abbassamento termico della notte seguente




Piani palentini



Strada per Campo Staffi, zona Nido delle Aquile. Accumuli complessivi che superano i 300 cm



Monte Velino


Alberi in galaverna, con il Monte Velino sullo sfondo




© copyright
Parte del materiale fotografico è stato messo a disposizione dai soci dell'associazione AQ Caput frigoris. Ci scusiamo per eventuali mancate citazioni delle fonti.
L'uso, da parte di terzi, dei dati meteo raccolti e delle foto, è proibito, se non espressamente utorizzato dall'associazione "L'Aquila Caput frigoris".