L'editoriale di Thomas Di Fiore

Socio Consigliere dell'associazione
AQ Caput frigoris

Qualche fenomeno temporalesco solo sull’arco alpino

Editoriale del 17/07/2017

In questa seconda pausa, se così la vogliamo chiamare della stagione estiva, con le temperature che sono scese su varie zone della penisola, specie sulle adriatiche, ove si sono avuti anche dei fenomeni temporaleschi nella giornata di Giovedì piuttosto intensi, non come durata, ma bensì come intensità ( grandine, pioggia forte, trombe d’aria), come accaduto nell’Abruzzo orientale ed in alcune zone delle Marche. In molte altre invece, è lo spettro della siccità a continuare a farla da padrone... In queste ore, l’aria fresca portata dai venti da est, è tutto sommato un fattore gradevole, in attesa di una nuova ondata di caldo che praticamente è già alle porte. Ma seguiamone l’evoluzione passo per passo. Solo sull’arco alpino, sembrano possibili dei temporali nelle ore pomeridiane. Lunedì, le condizioni meteo saranno buone un po' ovunque al mattino. Clima anche frizzate nelle vallate specie sulle alpi orientali e nelle conche dell’appennino centro-settentrionale. Della nuvolosità a carattere cumuliforme, andrà formandosi nel corso del pomeriggio su buona parte dei rilievi alpini e prealpini con dei fenomeni a carattere di rovescio prima di sera. Venti ancora orientali tra centro e sud, da ovest-sud-ovest al nord. Temperature in ripresa soprattutto sulle adriatiche. Geopotenziali in aumento nel successivo giorno di Martedì (DAM 584 / 588), per cui bel tempo su tutta l’Italia al mattino, mentre qualche disturbo sarà possibile lungo la catena alpina, nelle ore pomeridiane. Temperature in aumento, cessano i venti orientali, o presenti solo alle estreme regioni meridionali, sostituiti da quelli occidentali ( valori ad 850 hpa tra i 15 ed i 20°c in modo sparso, quelli più elevati sulle alpi. Mercoledì, della nuvolosità sarà presente sui settori nord-occidentali, dalla tarda mattinata, con qualche fenomeno a carattere di rovescio a seguire. Altrove tempo stabile e soleggiato. Temperature in lieve aumento sulla fascia peninsulare con il campo termico che potrà arrivare fin sui 20°c. Insomma, di nuovo un tempo estivo a tutti gli effetti. Giovedì, non cambierà granchè se non un aumento delle temperature lungo l’appennino centrale e parte di quello meridionale. In calo invece sull’arco alpino. Cielo nuvoloso su Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, con fenomeni temporaleschi nel pomeriggio. Qualche rovescio non sarà da escludere anche sul Trentino alto Adige. Sulle altre zone, cielo poco nuvoloso o addirittura sereno e clima caldo, con massime in qualche caso intorno ai 38°c. Venti generalmente dai quadranti meridionali. Venerdì, la situazione meteo rimarrà sulla falsariga dei giorni precedenti, a parte ancora un aumento termico sull’Italia peninsulare con valori sui 23 / 24°c ad 850 hpa. Quindi temperature massime in alcune località vicino ai 40°c, ove il cielo risulterà essere poco nuvoloso. Infine il week end, che al momento appare caldo su tutta l’ Italia, in particolar modo tra le regioni centrali e meridionali ( sempre sui 23 e 24°c ad 850 hpa). Un pochino meno caldo al nord, ove qualche acquazzone potrà essere presente, sconfinando anche in val Padana.

In Abruzzo
Dopo i temporali, che hanno colpito la zona del Chietino, Venerdì scorso e l’aria fresca giunta al seguito da est, sulla nostra regione torneranno condizioni di bel tempo e temperature in aumento, specie da Martedì in poi. Molto caldo tra Giovedì ed il week end, con valori massimi, che potranno avvicinarsi ai 40°c in alcune località poste a quote basse. Inizialmente ancora i venti saranno orientali, mentre poi tenderanno a provenire dai quadranti meridionali.

Thomas Di Fiore


Free Web Counter