Settimana piuttosto instabile con piogge e nevicate in quota

Socio Consigliere dell'associazione
AQ Caput frigoris

Italia sotto il dominio anticiclonico, qualche debole rovescio da Giovedì su alcune aree tirreniche

Editoriale del 30/11/2020

Stiamo per entrare nell’inverno meteorologico, che inizierà appunto il 1 Dicembre. La situazione appare orientata verso l’instabilità, con la nostra penisola che sarà intanto sede di un nuovo minimo depressionario nei giorni tra Martedì e Mercoledì, poi a quanto pare, una parte del vortice polare sembra che vorrà abbassarsi verso Francia e penisola Iberica, facendo ruotare le correnti da sud ovest su gran parte del nostro territorio italiano. Lunedì 30 Novembre, cielo poco nuvoloso sulle regioni settentrionali, ove saranno presenti delle formazioni nebbiose al mattino nelle vallate. Al centro, bello sul versante tirrenico, della nuvolosità da stau sulle regioni orientali, al sud ancora qualche fenomeno su bassa Calabria, Sicilia. Martedì, 1 Dicembre,precipitazioni sui versanti di confine alpini francesi e svizzeri, con nevicate oltre i 700 m, localmente più in basso. Sul resto del nord variabilità ma con scarse occasioni precipitative. Al centro, nubi in aumento da ovest su Lazio, Toscana, in estensione verso est. Possibilità di piogge sulle aree citate e qualche nevicata oltre i 1400 m circa. Al sud tempo migliore. Venti per lo più sud occidentali, anche forti sulla Sardegna, temperature in calo al nord e parte delle regioni centrali. Mercoledì, potrà essere presente un minimo depressionario sulla nostra penisola, che manterrà molto instabile le condizioni meteo soprattutto sulla fascia peninsulare centrale, con piogge tra moderate e forti, specie in serata. Occasioni per delle nevicate oltre i 1300 m circa, con quota un po' in calo dalla serata. Piogge, anche se a carattere più sparse interesseranno le regioni meridionali. Temperature stazionarie, un po' in calo al centro dalla serata; venti da sud sud ovest. Giovedì, discreto sulle regioni del nord, sempre piuttosto instabile al centro e soprattutto al sud con piogge in alcuni casi di forte intensità. Temperature senza grandi variazioni di rilievo con valori ad 850 hpa sui 0°c al nord, 3°c al centro, 4/5°c al sud. Venti sempre da sud sud ovest. Venerdì, con la possibile discesa della grande depressione atlantica verso Francia e Spagna, la quale sarà foriera di precipitazioni diffuse sulle regioni del nord e tirreniche. Altrove un po' meglio, più che altro potranno trovare spazio delle folate di vento di caduta verso l’adriatico. Situazione discreta sulle regioni meridionali, a parte la Calabria occidentale che sarà esposta a dei fenomeni. Venti da sud ovest, forti sulla Sardegna, ma piuttosto vivaci anche altrove, possibilità di foehn lungo l’adriatico. Temperature stazionarie. Sabato, diffuso maltempo al nord, specie Friuli Venezia Giulia, piogge moderate su tutto il centro. Precipitazioni sparse al sud. Nevicate oltre i 700 m circa sulle regioni settentrionali. Venti come il giorno precedente, temperature in aumento soprattutto centro e sud di alcuni gradi. Domenica, al momento, lo stesso una giornata sotto tempo instabile su gran parte del territorio italiano, nevicate sui rilievi oltre i 700 m al nord, 1000 m lungo l’appennino settentrionale e centrale. Venti occidentali, temperature in calo.

In Abruzzo
La settimana sarà a quanto pare molto instabile, con piogge e nevicate con la quota spesso intorno ai 1300 m circa. Insomma una settimana dal sapore tardo autunnale, ventilazione soprattutto dai quadranti sud occidentali, temperature non tanto basse, ma tuttavia fresche. Thomas Di Fiore.

Thomas Di Fiore


Free Web Counter