L'editoriale di Thomas Di Fiore

Socio Consigliere dell'associazione
AQ Caput frigoris

Tempo instabile fino a Mercoledì con clima molto fresco. Condizioni migliori nei giorni seguenti

Editoriale del 18/09/2017

Settembre continua ad andare avanti con tempo pressochè dinamico, con belle giornate, alternate a situazioni di tempo instabile con piogge a carattere di rovesci spesso di moderata intensità. Tra l’altro in questa settimana esordirà anche l’autunno astronomico ( equinozio il giorno 22 alle 22:01) per cui in ogni modo saremo completamente nella nuova stagione, considerata di transizione. Possiamo subito dire che tra Lunedì e Mercoledì, la situazione vede del tempo molto instabile nel primo giorno citato sulle regioni settentrionali, specie tra il centro est, in spostamento verso l’appennino Tosco-Emiliano e più giù, dal pomeriggio in poi. Sul centro, quindi buono al mattino, ma nuvolosità in aumento dal primo pomeriggio, da prima di sera anche sulla Campania e Molise. Su quelle meridionali, tempo pressochè buono. Temperature in calo sul nord, stazionarie altrove, venti in prevalenza occidentali. Martedì, l’afflusso delle correnti da nord-est, piuttosto fresche, continuerà ad apportare tempo instabile specie sui settori adriatici, con fenomeni a carattere di rovescio sul Triveneto, Romagna ed appunto Marche, Abruzzo e Molise. Sconfinamenti sulle tirreniche nella prima parte della giornata, anche qui con temporali abbastanza accentuati. Sul sud , qualche fenomeno tra il Cilento, appennino Lucano, Sila, nord Sicilia. Venti da nord-est, temperature in calo con valori tra i 5 e gli 8°c tra nord e centro, anche fino a 12°c sul meridione, ad 850 hpa. Mercoledì, tempo diffusamente instabile sul medio e basso adriatico, con piogge a carattere moderato e qualche caduta di neve, specie versanti orientali dell’appennino oltre i 2000 m circa e forse anche più in basso. Fenomeni anche sull’Irpinia, Gargano, Lucania, parte tirrenica dell’appennino Calabro. Temperature in calo un po' ovunque, con valori fino a circa 5 °c ad 850 hpa sulle Marche e l’Abruzzo. Giovedì, tempo in generale miglioramento ovunque. Anche le temperature torneranno a salire di vari gradi sulle regioni adriatiche. Venti deboli generalmente da est-nord est. Venerdì, giorno dell’equinozio d’autunno, nuvolosità alta e stratificata dal primo pomeriggio sul nord ovest, Toscana. Sulle rimanenti regioni tempo bello con cielo poco nuvoloso. Possibilità di nebbie nottetempo ed al primo mattino, nelle conche delle aree interne. Venti occidentali o sud-occidentali sulle regioni tirreniche, più da brezza orientale su quelle adriatiche. Sabato, non male come giornata, tuttavia della nuvolosità per lo più stratificata potrà essere presente su gran parte dell’Italia. Temperature in lieve aumento con valori intorno ai 12°c ad 850 hpa o qualcosa in più sull’arco alpino. Infine Domenica, sarà anch’essa una bella giornata, a parte della nuvolosità tra il centro ed il sud per i venti orientali, ma nulla di che. Temperature stazionarie un po' ovunque.

In Abruzzo
Le condizioni saranno orientate sull’instabilità, che tra Martedì e Mercoledì sarà abbastanza presente con dei fenomeni che oltre i 2000 m , specie nell’ultimo giorno citato, potranno essere a carattere nevoso, più probabili sui versanti orientali come Laga, Gran Sasso e Majella. Clima piuttosto fresco con valori ad 850 hpa sui 4°c. Tempo e temperature comunque in ripresa nei giorni seguenti e nel week end.

Thomas Di Fiore


Free Web Counter