TEMPERATURE MINIME

TEMPERATURE MINIME: MEDIE MENSILI E TOTALI
Mese AQ BL/L BL-C SO AO TN BZ
ott-06 5.3 7.3 8.4 8.2 8.1 7.7 10.4
nov-06 -0.8 0.3 1.8 1.6 2.0 0.6 2.2
dic-06 -1.9 -2.4 -1.2 -2.2 -3.4 -0.9 -0.8
gen-07 -1.9 -2.5 -1.0 -1.3 -0.2 -1.3 -1.3
feb-07 -0.7 -0.9 0.5 0.2 0.2 0.4 1.0
mar-07 1.3 0.9 2.3 3.2 3.2 3.5 4.2
apr-07 2.5 6.1 7.8 8.8 7.8 7.3 9.8
mag-07 6.7 9.8 10.3 10.2 10.8 10.8 12.7
giu-07 10.8 13.9 14.2 14.4 14.1 15.5 15.8
lug-07 11.3 13.3 14.0 13.8 14.8 14.2 15.6
ago-07 12.1 13.3 13.7 14.1 14.1 14.5 15.4
set-07 6.1 8.0 8.9 9.0 9.8 9.5 10.2
Totale 4.3 5.6 6.7 6.7 6.8 6.8 8.0

La minor media delle temperature minime è quella della stazione aquilana, che nell'anno senza inverno presenta una media complessiva inferiore alla media storica della famosa Feltre. Il rivale più vicino è staccato mediamente di 1.3°C. Se specifichiamo nell'idea di freddo la misura della temperatura minima, in questa dimensione L'Aquila primeggia senz'altro in modo incontrastabile per 8 mesi su 12, cedendo solo in inverno e in marzo a Belluno/fondovalle e ad Aosta. Questa supremazia si nota in particolare nei mesi estivi, quando L'Aquila in piena ondata di calore africano stacca comunque le stazioni settentrionali di un paio di gradi o più. La stazione bellunese in pendio ha una media simile ai fondovalle di Sondrio, Aosta e Trento. E' senz'altro da notare che le minime invernali rilevate sono particolarmente anomale in positivo: per tutte le stazioni si tratta di valori decisamente miti. Tutta da rivedere, come vediamo, è la rappresentazione di Bolzano come città con minime particolarmente basse: se consideriamo che è il capoluogo più settentrionale d'Italia e la stazione è in piano a fondovalle, c'è veramente di che restare sorpresi.
 

TEMPERATURE MINIME: MINIMI MENSILI E TOTALI

Mese

AQ BL/L BL-C SO AO TN BZ
ott-06 -2.3 1.3 2.9 4.5 4.1 1.8 6.4
nov-06 -6.1 -5.9 -4.5 -4.8 -4.0 -6.9 -3.1
dic-06 -8.3 -7.4 -6.1 -7.5 -8.0 -6.6 -6.0
gen-07 -7.0 -6.9 -5.3 -4.2 -6.9 -5.2 -3.9
feb-07 -9.0 -5.6 -3.7 -4.4 -3.7 -3.3 -3.8
mar-07 -3.9 -4.4 -2.4 -3.2 -0.8 -0.5 0.6
apr-07 -1.4 0.8 2.6 4.8 2.9 2.5 5.2
mag-07 1.8 5.1 5.7 4.4 4.1 6.3 8.0
giu-07 7.5 9.0 9.7 9.8 9.3 10.2 11.1
lug-07 5.6 6.3 6.4 8.6 9.6 7.9 10.2
ago-07 6.8 9.4 9.7 10.8 9.5 10.4 12.5
set-07 0.6 2.9 4.7 4.4 3.8 5.2 6.6
Totale -9.0 -7.4 -6.1 -7.5 -8.0 -6.9 -6.0
 

Anche nelle minime assolute si evidenzia l'inverno assai mite che si è verificato nel 2006/2007. La minima assoluta è il -9°C rilevato a L'Aquila in febbraio, seguita da Aosta con -8°C in dicembre, -7.5 circa a Sondrio e Belluno/fondovalle, -7°C a Trento e -6°C a Bolzano. Anche nella minima assoluta L'Aquila dimostra di essere sistematicamente alla pari dei capoluoghi più freddi del nord o più fredda di loro, almeno di notte e di primo mattino, e infatti si aggiudica la minima assoluta tutti i mesi tranne in novembre, quando viene superata da Trento, e in marzo quando deve cedere anche se di poco a Belluno/fondovalle.
Inutile dire che questi valori sono di norma facilmente e ripetutamente superati tutti gli anni e ci segnalano un inverno sostanzialmente privo di periodi di freddo intenso. È naturale che la misura della minima assoluta risenta fortemente dell'orografia e presenti grandi variazioni a brevi distanze. È da segnalare perciò che poco a ovest del capoluogo abruzzese è stato misurato, in modo non ufficiale, in dicembre 2006 un -11°C, come anche qualche km a nord di Trento una stazione agrometeo ISMAA (Zambana) ha rilevato un -11°C nello stesso periodo. Generale invece la mitezza dell'inverno in Val Belluna, dove la stazione Arpav di Belluno si è fermata a una minima assoluta assai simile a quelli di Limana e nemmeno Feltre si è spinta sotto la misura di -8°C.

Per ragioni di leggibilità riportiamo di seguito le minime assolute delle diverse stazioni, in ordine di grandezza:
 

Città °C
L'Aquila -9.0
Aosta -8.0
Sondrio -7.5
Belluno/L -7.4
Trento -6.9
Belluno-C -6.1
Bolzano -6.0


 

TEMPERATURE MINIME: MASSIMI MENSILI E TOTALI
Mese AQ BL/L BL-C SO AO TN BZ
ott-06 14.4 15.2 15.4 15.8 15.5 16.4 18.3
nov-06 5.9 7.6 9.2 8.2 9.0 7.4 10.0
dic-06 5.0 7.7 8.1 6.9 5.7 8.5 8.4
gen-07 7.6 4.1 4.0 3.2 14.5 4.1 2.6
feb-07 5.7 6.8 6.8 4.2 8.2 6.2 6.4
mar-07 7.3 5.3 6.2 6.8 7.5 7.5 8.7
apr-07 7.4 12.6 12.8 13.9 14.3 15.0 16.9
mag-07 11.4 15.8 15.9 15.5 18.3 17.9 18.4
giu-07 18.3 17.2 17.9 18.4 17.9 20.1 22.4
lug-07 17.9 17.1 17.6 17.1 19.3 18.3 21.2
ago-07 16.9 16.9 16.9 19.4 18.7 18.7 19.5
set-07 13.8 14.9 15.0 15.3 16.3 15.3 16.1
Totale 18.3 17.2 17.9 19.4 19.3 20.1 22.4
 

Le massime delle minime ci dicono qual è la minima al pari o al di sotto della quale tutte le minime si sono collocate, cioè il limite superiore raggiunto dalle minime stesse. Osserviamo che la maggior costanza nel produrre minime basse, che non superano mai in alto determinati valori, sembra riguardare particolarmente L'Aquila, le stazioni bellunesi e Sondrio. Incappano invece in periodi con minime sgradevolmente elevate le stazioni in Trentino-Alto Adige.
E' da osservare a ulteriore prova dell'inverno senza precedenti che abbiamo attraversato nel 2006/2007 come tutte le stazioni presentino almeno una minima piuttosto elevata - in termini relativi - nei mesi invernali. Nessuna stazione è riuscita, ad esempio, a tenersi con la minima al di sotto dello zero in tutti i giorni di nemmeno un mese, cosa che in anni normali o freddi è perfettamente possibile. E' Probabilmente dovuta al foen la notevole minima di 14.5°C rilevata in gennaio ad Aosta. La minima delle massime minime spetta a Bolzano, con una minor massima minima di 2.6°C misurata in dicembre 2006.
 

 

 

NUMERO DI GELATE PER MESE E TOTALI
Mese AQ BL/L BL-C SO AO TN BZ
ott-06 2 0 0 0 0 0 0
nov-06 18 17 12 11 11 14 9
dic-06 20 21 21 23 24 20 21
gen-07 24 25 21 23 19 23 23
feb-07 15 17 16 13 15 13 9
mar-07 13 10 6 4 2 1 0
apr-07 4 0 0 0 0 0 0
mag-07 0 0 0 0 0 0 0
giu-07 0 0 0 0 0 0 0
lug-07 0 0 0 0 0 0 0
ago-07 0 0 0 0 0 0 0
set-07 0 0 0 0 0 0 0
Totale 96 90 76 74 71 71 62
 

Nel numero di gelate le stazioni si dispongono nello stesso ordine definito dalla media delle minime. Decisamente appartenenti a un'altra categoria rispetto alle altre si mostrano due stazioni di fondovalle: quella aquilana e quella bellunese, con la prima che si avvicina a 100 gelate nell'anno senza inverno e la seconda che gela quasi 3 settimane in più di Aosta e Trento. Molto simili Belluno/collina, Sondrio, Aosta e Trento, mentre gela ben meno di queste Bolzano, pur spesso indicata come città più gelida del nord. Considerando normale per la zona dove si trova la stazione della collina bellunese circa un centinaio di gelate l'anno, siamo di fronte a un'altra evidenza della grande anomalia dell'ultimo inverno. È da segnalare la precocità dell'inizio delle gelate nell'aquilano, così come il fatto che esse si attardano più che nelle altre zone considerate. Una minima prossima allo 0 a L'Aquila si è manifestata, poi, anche a inizio settembre (+0.6°C il 6.09.2007).
 


ETICHETTE STAZIONI:

AO: Aosta/St. Christophe
AQ: L'Aquila (Monticchio)
BZ: Bolzano (Ufficio Idrografico)
BL-C: Belluno-collina (Castion)
BL/L: Belluno-fondovalle (Limana)
SO: Sondrio (Arpa)
TN: Trento/Aldeno